La storia di Ca’Secco, scoperta per caso durante una passeggiata…
La storia di Ca’Secco, scoperta per caso durante una passeggiata…

La storia di Ca’Secco, scoperta per caso durante una passeggiata…

In occasione del raduno Ride4Bronz, molte persone del posto e non, hanno avuto la possibilità di immergersi nel nostro territorio alla scoperta di alcuni principali luoghi. Uno di questi è stato Ca’Secco.

La piccola frazione di Monte Grimano Terme, è stata una piacevole scoperta anche a molti abitanti del posto che non si erano mai avventurati alle pendici del Monte San Lorenzo. Dalla piccola frazione di Ca’Secco, il percorso risaliva tutto il Monte fino all’Osservatorio Astronomico Monte San Lorenzo.

Il passaggio all’Osservatorio Astronomico Monte San Lorenzo

Ca’Secco – La storia

Lasciando alle spalle gli antichi mulini presenti lungo il fiume Conca si trova Ca’Secco, Borgo che mantiene ancora viva la tradizione contadina. Dall’abitato posto a circa 420 metri sul livello del mare si ha una posizione panoramica su tutta la vallata del Conca e sull’abitato di Monte Grimano Terme.

Pur essendo una frazione legata completamente all’agricoltura del territorio, Ca’Secco è ancora oggi, abbastanza abitata. La tipologia delle case, anche quelle ristrutturate, mantiene uno stile rustico. La strada asfaltata che termina proprio nell’abitato, agevola ogni curioso che voglia visitare il piccolo borgo. Gli abitanti del luogo non disdegnano mai di un saluto a tutti gli appassionati sportivi o visitatori. La fonte dell’acqua, anche nei caldi pomeriggi d’estate è sempre aperta e fruibile per un breve e semplice ristoro.

Il piccolo oratorio di Ca’Secco

Dalle abitazioni che restano ancora in pietra a vista, si riesce a distinguere l’antico rivestimento in pietra calcarea che testimonia ai visitatori l’antichità di questa frazione. Proprio al culmine dell’abitato, si trova la cappella paesana dove i residenti del luogo, un tempo, prendevano messa.

Rimani aggiornato su Visitmontegrimanoterme.com

La costruzione ad aula unica sovrastata dal piccolo campanile e vela, conserva al suo interno un’antica raffigurante la Madonna in trono con un bambino. Suggestiva appare l’immagine di San Michele Arcangelo che, con una lancia, trafigge il demonio ai suoi piedi. La potenza di questi piccoli oratori che da fuori appaiono poco più di una stanza, mentra al loro interno costudiscono tesori e vere e proprie opere d’arte….

Se volete fare un giro a Ca’Secco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.